Calice di ricotta alla vaniglia con gelatina di Iseldo allo zafferano e pere

A marzo mi contatta Valentina e ci propone di creare una ricetta con un vino di loro produzione “Iseldo Ancestrale”. Non lo conosco e gentilmente, Valentina mi spiega che: “Iseldo è il nostro vino Ancestrale Col Fondo. Iseldo è tradizione, prodotto dalle uve autoctone Garganega e Durella delle colline vulcaniche del favoloso territorio di Gambellara. Iseldo, infine, ha anche una lunga storia da raccontare, portando il nome di chi, dal lontano 1958, prima di tutti noi lo produceva e lo amava. (…) Così, per ricordarlo, abbiamo voluto riproporre il suo vino.
Abbiamo raccolto le uve in cassetta, raffreddate e pigiate sofficemente.
A fine fermentazione, il vino base viene lasciato riposare e maturare sui lieviti fino alla Settimana Santa dell’anno successivo. Solo durante la luna di Pasqua, come tradizione, viene imbottigliato a mano e rigorosamente con il tappo corona, come faceva il Nonno Iseldo. Il tutto seguendo il vecchio metodo ancestrale, ovvero sfruttando il leggero residuo zuccherino della prima fermentazione per sviluppare una leggera pressione in bottiglia.”

La storia mi sembra bellissima fin dalle prime parole e non posso di certo dir di no. 

Il link per tutti i curiosi e appasionati di nuove riscoperte è questo Iseldoancestrale.it

Con Giacomo abbiamo pensato a subito a dei sapori tradizionali e decisi e questo è stato il risultato. Spero piaccia a voi come è piaciuto ad Anna, Giordano e Sergio!

Dosi per 4 persone: 340 gr di ricotta di mucca o pecora, 250 ml di Iseldo, 120 gr di zucchero a velo, 80 gr di zucchero semolato, 6 gr di colla di pesce, una bustina di zafferano o 1 gr di zafferano in pistilli, due pere piccole ben mature.
1) Mettete la ricotta nel mixer assieme allo zucchero a velo ed i semini della bacca di vaniglia. Frullate fino a ottenere una crema fine. In alternativa si può setacciare il composto. Distribuite la crema così ottenuta in quattro calici.
2) Preparate la gelatina mettendo l’Iseldo in un pentolino assieme allo zucchero semolato. Portate a bollore dolcemente, a ed aggiungete la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda. Sciogliete bene la gelatina, e, sempre sul fuoco, aggiungete lo zafferano e le pere tagliate a dadini piccoli
3) Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire, poi distribuite le la gelatina sulla crema di ricotta. Mettete in frigo per qualche ora e servite fresco.

Rispondi