Vi porto in Messico… guacomole!

Si dice che un diamante è per sempre. Una pietra bellissima che resterà inalterata nel tempo. Un regalo che spesso è Il ricordo tangibile di un momento particolare.
A me piacciono moltissimo, non lo nego, ma il mio diamante preferito si chiama “viaggiare”: tempo speso a visitare luoghi, scoprire persone, vedere colori, respirare profumi. Il ricordo di una forte risata, di una febbre dovuta alla stanchezza, il sapore di un frutto che non rimangerai più uguale, i colori delle spezie o del mare, un quadro visto solo su un libro che dal vivo ti toglie il fiato… non trovo niente di più bello, non trovo niente di più tangibile di un ricordo vissuto nella sua pienezza che una volta tornata a casa ti restituisce il momento.
Il Messico è uno di quei viaggi che sogno da tempo. La storia, il passato che si unisce al presente, i colori che immagino dalle innumerevoli foto che cerco su internet e che qualche amica mi ha fatto vedere, le descrizioni dei piatti che leggo sui libri di Allan Bay…
Questa domenica pomeriggio, tornata a casa dopo le prove, mentre mi bevevo una tisana calda ho iniziato a sfogliare i miei libri di cucina. Dalla lettura di “ Sulle tapas spagnole alla voglia di tacos messicani il passo è stato breve. Per un paio d’ore sono stata nello Yucatàn.

Se volete leggere qualcosa del Messico vi mando su questo blog! 

Il mio itinerario di due settimane in Messico

Guacamole

Per 4 persone
2 avocado maturi e morbidi
2 cipollotti verdi
Una manciata di pomodori datterini
1 lime
1 peperoncino fresco
Un ciuffo di coriandolo o prezzemolo
Sale
Pepe

Mondare i cipollotti, lasciando circa 4 cm. di parte verde, e tagliarli sottilissimi. Tagliare grossolanamente le foglie di coriandolo o prezzemolo, bel lavate ed asciugate. Tagliare a pezzetti i pomodorini, e apremerli leggermente per eliminare l’eccesso di acqua. Estrarre la polpa degli avocado, metterla in una ciotola e condirla con il succo di limone, sale, pepe e peperoncino fresco tritato a piacere. Schiacciare grossolanamente con una forchetta. Aggiungere il resto degli ingredienti, mescolando bene e riporre in frigo almeno per un paio d’ore per lasciare il tempo agli aromi di svilupparsi al massimo.

Rispondi